Web Agency Milano: GDPR e la gestione dei dati nel 2018

gdpr web Agency Milano Rising

Una web agency milano che si rispetti deve saper guidare il cliente attraverso la giungla di interpretazioni sul GDPR.

Le aziende dispongono di un’enorme quantità di informazioni e dati. Cosa si può fare per proteggerli e sfruttarli al meglio?

La sfida del 2018 per le aziende sarà proprio questa: trarne il massimo valore e vantaggio competitivo rispettando i requisiti normativi.

Vediamo 4 trend di cui sentiremo parlare nel corso dell’anno:

  1. GDPR: Il regolamento generale sulla protezione dei dati entrerà in vigore ufficialmente il 25 maggio e imporrà alle aziende residenti nell’UE, o che gestiscono dati di persone residenti nell’UE, la revisione dell’assetto tecnico e organizzativo per adottare le adeguate misure di Data Protection. Le normative nazionali, infatti, non sono più in grado di garantire la privacy a causa dell’ ampio aumento delle attività di raccolta e condivisione dati, della rivoluzione tecnologica in corso e dell’affermarsi dei trattamenti automatizzati.

Nello specifico il Nuovo Regolamento GDPR che una web agency milano deve conoscere prevede:

  • La responsabilizzazione dei titolari che dovranno tenere costantemente conto del rischio che ogni singolo trattamento può comportare;
  • L’inequivocabilità con cui l’interessato esplicita l’assenso al trattamento;
  • L’obbligo di comunicazione al Garante dell’avvenuta violazione dei dati personali;
  • La cancellazione immediata dei dati personali in presenza di determinate condizioni che ne rendono impossibile il proseguimento del trattamento;
  • Il diritto alla portabilità che comporterà l’obbligo dei titolari di sviluppare formati interoperabili che ne permettano la facile trasmissione a un altro titolare;
  • La figura di un responsabile nella protezione dei dati che dovrà sorvegliare l’osservanza degli obblighi sulla protezione;
  • La modifica dell’informazione obbligatoria che dovrà contenere anche il periodo di conservazione dei dati, l’intenzione del titolare del trattamento di trasferire dati personali a un Paese terzo o a un’organizzazione internazionale, il diritto dell’interessato di proporre reclamo ad un’autorità di controllo, l’esistenza di un processo decisionale automatizzato.

 

  1. Data Preparation: l’atto di predisposizione e pre-processing di dati grezzi e/o proveniente da fonti differenti e conseguente traduzione in un linguaggio condiviso, rivestirà sempre di più un ruolo fondamentale in ogni strategia di gestione di dati.

 

  1. Rendere facile l’accesso ai dati: la disponibilità di una piattaforma che sarà in grado di pubblicare in modo organizzato e coerente con gli obiettivi del destinatari

 

  1. Misurazione di qualità: sviluppare un metodo puntuale, preciso e condiviso.

 

Gestire e interpretare con precisione i dati di cui si dispone è essenziale per le aziende, poiché crea un vantaggio concreto sulla concorrenza. Nel 2018, in un contesto di continuo aggiornamento normativo come quello attuale, la data management acquisterà ancora più importanza per ogni business.